Corea del Sud senza potere dopo il tifone Hinnamor

Il 6 settembre, la Corea del Sud si è svegliata con un disastro. Le violente piogge e i venti scatenati hanno distrutto alberi, strade e case e lasciato più di 20.000 case senza elettricità. Nel distretto meridionale del paese il vento ha abbattuto i cavi elettrici. Il tifone ha causato frane, danni a case e strutture pubbliche, blackout nelle abitazioni e allagamenti di terreni agricoli in Corea del Sud.





Il tifone è un ciclone tropicale maturo che si sviluppa tra 180° e 100° E nell'emisfero settentrionale. Esistono sei categorie della scala di intensità dei cicloni tropicali.


Il tifone Hinnamnor è un uragano di categoria 2 estremamente pericoloso e provoca ingenti danni. Danni alla proprietà come grandi danni al tetto e ai rivestimenti si verificano su case con telaio ben costruite. Gli alberi con radici poco profonde si spezzano o sradicano e bloccano le strade. È prevista una perdita di alimentazione con interruzioni di giorni o settimane di durata.


La tempesta più forte dell'anno

Il primo ministro della Corea del Sud Han Duk-soo ha lanciato un appello per l'evacuazione delle persone nelle aree vulnerabili. Secondo l'Agenzia meteorologica giapponese è la tempesta più forte dell'anno. https://www.data.jma.go.jp/multi/cyclone/cyclone_detail.html?id=60&lang=en





Da domenica sono caduti più di 94 cm di pioggia e i venti hanno raggiunto il picco di 155 chilometri orari nell'isola di Jeju, nel paese. Lunedì l'amministrazione meteorologica coreana ha avvertito dell'avvicinarsi del tifone che ha costretto la cancellazione dei voli, la sospensione delle operazioni commerciali e la chiusura delle scuole.


Nessuna vittima

Non sono state segnalate vittime nonostante i numeri delle evacuazioni, ma solo un uomo di 25 anni è stato segnalato dopo essere caduto sotto la pioggia del torrente.


La Corea del Sud non è l'unico Paese ad affrontare i tifoni. Allo stesso modo i tifoni sono comparsi nelle Filippine, in altri paesi del Pacifico e in Nuova Zelanda.


L'uso dell'energia elettrica è diffuso in quasi tutti i settori e la domanda di energia aumenta di giorno in giorno. Ciò fa sì che i sistemi di alimentazione esistenti siano insufficienti per soddisfare i requisiti. Per ovviare a questo, si stanno aggiungendo nuove unità produttive e tecnologiche ai sistemi di alimentazione. Poiché non c'è elettricità negli impianti che pompano l'acqua alle linee cittadine, la carenza di elettricità porta anche problemi di carenza d'acqua.




Causa delle interruzioni di corrente

È estremamente importante analizzare le cause e gli effetti delle interruzioni, che incidono gravemente sulla vita umana sia dal punto di vista sociale che economico, al fine di ridurre al minimo le possibili interruzioni ei loro effetti adottando le disposizioni necessarie.


Il 31,4 per cento delle interruzioni di corrente è causato da pioggia e vento, 11,1 da tempeste di ghiaccio, 10,1 da cicloni e tempeste tropicali, 8,8 da temporali, 5,6 da incendi e 1,6 da terremoti.


Questo disastro naturale che la terra affronta giorno dopo giorno sempre più ci mostra che ognuno dovrebbe essere in grado di generare la propria energia. Perché questi eventi riguardano principalmente l'elettricità e in questo secolo l'elettricità è vitale.

Preparati a un simile disastro, inizia a pianificare i tuoi Plan B, acquistando una delle nostre turbine eoliche. Aiuta entrambi a prevenire il cambiamento climatico e a salvarti.