L'influenza del COVID-19 sulle energie rinnovabili

La pandemia ha avuto un grande impatto non solo su molti aspetti della vita quotidiana, ma anche sul modo in cui operano molte industrie. Come molti altri settori, ci sono stati cambiamenti nelle energie rinnovabili durante la pandemia.


L'energia rinnovabile prima della pandemia era in aumento con molte nuove installazioni aperte ogni anno in tutto il mondo. Spinti da un aumento globale del sostegno a politiche e prodotti rispettosi dell'ambiente, molti paesi e consumatori stanno investendo nelle energie rinnovabili.


Sfortunatamente, la pandemia è servita a frenare questa tendenza al rialzo delle energie rinnovabili. Molti appaltatori e fabbriche hanno dovuto interrompere i lavori su progetti di energie rinnovabili a causa delle misure di distanziamento sociale. Insieme alla riluttanza degli investitori a spendere soldi nella recessione causata dalla pandemia e da molti altri fattori, i progressi su questi progetti hanno rallentato a passo d'uomo.


Non sono tutte cattive notizie però! Poiché i paesi hanno iniziato ad allentare le restrizioni, le cose possono andare verso un po' più del loro stato normale e l'industria delle energie rinnovabili non mostra segni di rallentamento. Molti paesi stanno introducendo nuovi progetti finanziati dal governo per aiutare a rilanciare le loro economie con l'energia rinnovabile che è un obiettivo chiave di molti di questi progetti. L'aumento degli investimenti nei settori delle energie rinnovabili vedrà una capacità molto maggiore di elettricità verde in tutto il pianeta, contribuendo a ridurre il numero di centrali elettriche a carbone e gas dannose.


Quindi, a breve termine, come molte industrie, l'energia rinnovabile ha sofferto a causa della pandemia di COVID-19. Tuttavia, potrebbero esserci alcuni vantaggi nascosti a lungo termine per il settore. Non ci resta che aspettare e vedere!

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti